Crea sito

Che cos’è un’app “portatile” e perché è importante?

Le applicazioni portatili offrono alcuni vantaggi rispetto alle loro controparti tradizionali. 

Sono leggeri e ti consentono di spostarti tra i computer mentre porti con te le app e le impostazioni. Ecco perché sono diversi e perché a volte, ma non sempre, sono una buona scelta.

Che cos'è un'app "portatile" e perché è importante?

Come vengono installate le app normali

Per capire cosa rende un’app portatile, potrebbe essere utile prima dare un’occhiata a come le app tradizionali vengono installate in Windows. 

Quando installi un’app in Windows, i file di installazione vanno in diverse posizioni. 

La maggior parte dei file dell’app viene in genere copiata in una singola cartella da qualche parte nella cartella C: \ Programmi. I file che contengono impostazioni applicabili a tutti gli utenti dell’app possono essere creati nella cartella ProgramData .

Le impostazioni specifiche per diversi account utente sul PC vengono archiviate in file creati nella cartella nascosta “AppData” all’interno di ciascuna cartella utente degli account. 

La maggior parte delle app crea voci nel registro di Windows che possono contenere anche varie impostazioni di configurazione. 

E molte app sfruttano le librerie di codice condivise che vengono installate con cose come .NET framework e Visual C ++ Redistributables.

Ci sono netti vantaggi in questa separazione di funzioni. Più app possono condividere le informazioni contenute nelle voci del Registro di sistema o nelle librerie di codici condivise, evitando inutili duplicazioni. 

Memorizzare le impostazioni specifiche dell’utente in un posto e le impostazioni dell’intero sistema in un altro significa che le app possono sfruttare al meglio molte delle diverse funzionalità di Windows progettate per un sistema multiutente. 

Per cominciare, ogni utente può fare affidamento sul caricamento delle proprie impostazioni all’avvio dell’app solo perché ha effettuato l’accesso con il proprio account Windows. 

Funzionalità come file e autorizzazioni di condivisione sono basate su questa struttura. Inoltre, avere tutte le impostazioni del programma salvate nelle aree designate rende più affidabile il backup del sistema.

Quindi, cos’è un’app portatile e perché dovrei usarne una?

Un’app portatile è semplicemente una che non utilizza un programma di installazione. 

Tutti i file necessari per eseguire l’app risiedono in una singola cartella, che puoi collocare ovunque sul sistema. 

Se sposti la cartella, l’app funzionerà sempre allo stesso modo. Invece di installare un’app portatile, in genere la scarichi come file ZIP, estrai tale ZIP in una cartella ed esegui il file eseguibile per l’app. 

Se l’app consente di salvare le impostazioni, tali impostazioni vengono salvate in file all’interno della stessa cartella.

Il vantaggio più significativo dell’utilizzo di app portatili è evidente: sono portatili. 

Attaccali su un’unità USB, ad esempio, e puoi trasportarli da un computer all’altro. Non lasceranno alcun footprint sui PC su cui li esegui. 

Tutto, comprese le impostazioni salvate, viene salvato direttamente nella cartella dell’app portatile sull’unità USB. 

È molto simile al modo in cui le cose funzionavano ai tempi di MS-DOS e Windows 3.1.

Le app portatili possono essere utili anche se non ci si sposta da un computer all’altro. Per prima cosa, lasciano un footprint più piccolo sul tuo PC. 

Tendono ad avere un peso inferiore rispetto alla maggior parte delle app installabili solo perché non devono essere installate. 

Puoi sincronizzarli (insieme alle loro impostazioni) su altri PC usando qualcosa come Dropbox. Oppure, puoi semplicemente usare un’app una volta senza doversi preoccupare che lasci l’innesto sul tuo sistema.

Certo, ci saranno sempre app che devi installare. O sono semplicemente troppo grandi o sofisticati per funzionare come app portatili o devono sfruttare le funzionalità multiutente o di sicurezza di Windows. 

Ma molte app sono disponibili in entrambe le versioni, il che significa che puoi scegliere tra un programma di installazione e un ZIP quando lo scarichi.

Naturalmente, ci sono alcuni aspetti negativi nell’uso di app portatili. I controlli dell’account utente (UAC) di Windows  non funzionano per le app portatili come fanno per le app installate, il che significa che sono più soggetti a processi non amministrativi. 

Potresti considerare questo sia un lato positivo che uno negativo. Il lato positivo è che se hai bisogno di un’app portatile, puoi probabilmente eseguirla anche se sei su una rete – diciamo, al lavoro – dove non puoi installare un’app normale. 

L’aspetto negativo è che il dipartimento IT e tutti i protocolli di sicurezza che hanno istituito potrebbero essere meno efficaci.

Un altro aspetto negativo delle app portatili è che in genere non sono costruite pensando a più utenti. 

Questo probabilmente non è un grosso problema poiché probabilmente stai creando un’unità portatile che puoi portare in giro solo per te stesso. 

Ma se più utenti devono utilizzare un’app, dovranno utilizzare tutte le stesse impostazioni oppure dovrete disporre di più copie della cartella dell’app sull’unità portatile.

Infine, se stai eseguendo app portatili da un’unità USB, dovrai fare molta attenzione a espellere l’unità correttamente invece di estrarla. 

Altrimenti, puoi corrompere le app o impedire il corretto salvataggio delle impostazioni. 

Puoi persino imbatterti in questo problema su PC che non gestiscono bene le unità USB quando entrano in modalità sospensione o ibernazione. 

È meno un problema sui PC moderni rispetto al passato, ma oggi ci sono ancora PC che non gestiscono bene il sonno.

Detto questo, i vantaggi delle app portatili di solito superano gli svantaggi, in particolare se ci si sposta molto su PC diversi

Quali tipi di app portatili sono disponibili?

Se consideri le app portatili come la maggior parte delle utility di supporto tecnico che la gente porta in giro, potresti essere sorpreso di scoprire che ci sono tutti i tipi di app portatili là fuori. 

Puoi leggerne alcuni nella nostra guida alle migliori app portatili gratuite per il tuo toolkit flash drive . 

Troverai sicuramente utilità di sistema, ma anche app per quasi ogni esigenza: produttività, comunicazioni, grafica e visualizzazione delle immagini e molto altro.

Oltre a tutte queste app autonome, è anche possibile scaricare suite di applicazioni che è possibile installare su un’unità USB. 

Queste suite di solito offrono un programma di avvio in stile menu Start per accedere alle app e alcune coordinano anche le impostazioni delle app. Molte di queste suite vantano centinaia di app portatili gratuite tra cui scegliere, che consentono essenzialmente di creare uno spazio di lavoro portatile completo. PortableApps , CodySafe e LiberKey sono alcune delle suite più popolari.

Vale la pena dedicare del tempo a esaminare le diverse suite portatili se questo è ciò che ti interessa. In alcuni casi, le app portatili sono disponibili solo tramite una suite software come questa. 

Ad esempio, PortableApps.com fornisce l’accesso a diverse centinaia di app portatili che è possibile scaricare e installare sul disco PortableApps. 

Molte di queste app possono essere installate solo nella suite PortableApps e non hanno una versione portatile che è possibile utilizzare senza la suite. 

PortableApps offre il vantaggio di poter scegliere esattamente quali app si desidera includere. 

Altre suite hanno tutte le app portatili raggruppate nel download principale, quindi è una prospettiva tutto o niente. 

Ma ogni suite può fornire strumenti specifici che non puoi trovare per altre suite, quindi cerca tra le app disponibili per ciascuna prima di prendere una decisione.

Scoprirai inoltre che quando raccomandiamo utility di terze parti in molti dei nostri articoli, scegliamo spesso di mettere in evidenza app portatili rispetto a quelle installabili.

Posso rendere portatili le normali app installabili?

Spesso è possibile rendere portatile un’app normale, ma può essere un po ‘schizzinosa e di solito richiede un po’ di lavoro. 

Se l’app è molto semplice, ad esempio un’utilità che ovviamente non ha bisogno di essere un’app installabile, a volte è possibile estrarre quei file dall’installer e trasformarli in un’app portatile usando queste istruzioni . 

Questo non è affatto un metodo che è garantito per funzionare, ma potrebbe valere la pena provare.

Un’altra opzione per rendere portatile un’app installabile è quella di virtualizzare l’app. 

Questo di solito richiede un po ‘più di configurazione, ma essenzialmente si creerebbe una macchina virtuale portatile in grado di eseguire il sistema operativo e l’app (o le app) necessari e quindi caricare quella macchina virtuale su qualsiasi supporto portatile desiderato. 

Portable VirtualBox è lo strumento più comune per questo e abbiamo un’ottima guida per usarlo per portare con te macchine virtuali ovunque . 

VirtualBox stesso è una macchina virtuale gratuita offerta da Oracle che può essere eseguita praticamente su qualsiasi sistema operativo desktop. 

Portable VirtualBox è un wrapper per VirtualBox che lo trasforma in un’applicazione portatile che puoi installare su una chiavetta USB o un disco rigido esterno.

Cameyo è un’altra interessante opzione di virtualizzazione. Invece di eseguire un’intera macchina virtuale dall’unità portatile, si crea una macchina virtuale sul sistema desktop. 

Quindi utilizzare Cameyo per registrare l’installazione di un’app all’interno di quella macchina virtuale. 

Al termine, Cameyo crea un singolo file eseguibile che puoi quindi trascinare sull’unità portatile ed eseguire dove vuoi.

 Cameyo è anche gratuito per utenti domestici o di piccole imprese. Se sei curioso, abbiamo anche una guida sull’utilizzo di Cameyo per creare app portatili .

Fonte: https://www.howtogeek.com/290358/what-is-a-portable-app-and-why-does-it-matter/